Trekking al cospetto della cima più alta del Trentino: la Presanella mt 3558

Il rifugio si trova a quota 2298, ai piedi della morena del ghiacciaio della Presanella. Poco sopra il rifugio c’è un incantevole laghetto alpino davvero molto suggestivo , quando il cielo è  limpido  e sereno nelle sue acque si riflettere come a specchiarsi la Regina delle montagne trentine, la Presanella in tutta la sua bellezza e maestosità.

Noi siamo partiti dal Solasna molto presto e abbiamo raggiunto la località Velon  a Vermiglio in mezzora  di macchina. Proseguendo dopo l’abitato di Vermiglio in direzione Velon, si giunge al bivio con la strada sterrata,  che conduce all’ex Forte Pozzi Alti (m.1884). La strada, lunga circa 6,2 km.

Chi desidera percorrere a piedi anche questo tratto può evitare di seguire totalmente la strada, potendo imboccare il sentiero SAT n. 233 che tagliando i tornanti porta all’ex Forte Pozzi Alti in circa 1,30 ora. Dal “parcheggio” in quota si raggiunge il rifugio in circa 1,30 camminando sullo splendido  sentiero SAT n. 233, un percorso  molto suggestivo, è infatti una ex mulattiera austriaca della prima guerra mondiale che attraversa una galleria passando sotto una piccola cascata. Ai bordi del sentiero miriadi di fiori coloratissimi e paesaggi mozzafiato. La brezza che scende dalla Presanella ti invoglia a proseguire, quasi come un richiamo di sua Maestà.

Il Rifugio è molto accogliente e i gestori cordiali, noi abbiamo mangiato la Minestra d’orzo caldissima e gustosa e un dolce. La qualità del cibo proposto è davvero buona.lago denza

Non si può fare  a meno di vedere il laghetto poco sopra il rifugio e per chi ama i percorsi alpinistici da qui partono, oltre alla scalata della Presanella e a Cima Vermiglio e alcune escursioni tipo quella che porta al Sentiero dei Todeschi, al passo dei Pozzi o attraversate più impegnative tipo quella al rifugio Mandron o al rifugio Segantini.

Uno dei giri classici che consigliamo ai nostri ospiti che hanno voglia di un escursione in quota, senza grosse difficoltà, molto suggestiva sia per il panorama mozzafiato che offre, sia per il fatto che cammini  su sentieri ricavati da mulattiere della Prima Guerra e trovarsi al cospetto della Regina la Presanella è un emozione che non si scorderai mai!

Buona montagna a tutti!